Luna, News, Parole di Magia, Pensieri della Soffitta, Zodiaco

**Luna Nuova30 Ottobre** SAMHAIN: Nel novilunio dello Scorpione ritroviamo l’antidoto dell’invisibile.

La Luna si veste e si sveste.
E’ la danza che compie il giro, di morte, rinascita e ossa.
Danza la Luna sulle ossa, insieme alla signora del Deserto, danza insieme alla Sciamana che insegna arte e prende a cuore ogni sofferenza. Danza la strega, danza e avviene l’incantesimo che si apre oltre i cancelli del confine.

Danza e tutta la magia converge nel cerchio di potere, oltre i grandi pilastri della Magia.

**Osso dopo osso, capello dopo capello, la Strega
torna. Attraverso i sogni notturni, attraverso eventi a metà compresi e a metà
ricordati, la Strega Selvaggia ritorna. Attraverso le storie ritorna.
Canta e danza storie di Morte e Vita.
La Strega beve il veleno, se ne nutre, si ciba, e diventa lei stessa antidoto e Magia**[cit.Clarissa Pinkola Estés]

La Luna si sveste allora, nel segno dello Scorpione del deserto, signora del mondo velenoso che ci conduce oltre le pareti umide del grembo per raggiungere la pienezza e la rinascita.
Ci mostra l’ingresso del labirinto interiore. Li la nostra rinascita attende.
Il 30 Ottobre, la luna entra nel segno della passione e delle virtù, scosta appena i veli dei due mondi, e il potere della Nebbia appare prima del tempo, prima del suo ciclo finale.

Siamo tutti invitati al grande ballo della zucca, alla nostra celebrazione dell’anima. Siamo chiamati a varcare la soglia, siamo invitati alla danza. Tutti dobbiamo discendere come Regine, come Re, come ci ricorda Inanna, poiché la discesa in se, rappresenta il viaggio dentro noi stesse, nelle nostre parti buie e segrete dove è necessario per essere e divenire. Questo viaggio ci conduce al mistero che lo scorpione porta dentro di se, il veleno che diventa anche antidoto, che diventa filtro che può uccidere ma nello stesso tempo farci rinascere.

Questa Luna, fatta di nebbia, d’amore, di storie di scheletri e miti che si perdono nei tizzoni ardenti scoppiettanti di una sacra celebrazione, ci regala la conoscenza dell’invisibile, facendo si che tutto ciò venga reso visibile, per una notte dove danza e magia si fondono.

“Cosa vuoi diventare” Chiese la vecchia alla giovane fanciulla, davanti a se,
“Voglio diventare come Te” rispose lei, mordendosi le lebbra.
“ Per essere come me devi Morire, devi lasciare ciò che non ti appartiene. Spogliati. Diventa chi sei, abbandona l’idea di essere.. trasformati in chi sei”! ( Cit. La Soffitta delle Streghe)

Diventiamo il nostro potere, diventiamo la magia che celebra l’Universo, in ogni sua singola manifestazione. Siamo streghe, siamo donne, siamo uomini, siamo sciamani, siamo veleno e antidoto, noi siamo è questo è il più grande mistero che dobbiamo conoscere e accettare, non per gli altri, ma per noi stessi.
Il viaggio oltre la soglia della notte degli spiriti, dobbiamo compierlo noi, non qualcun’altra/o!

La Luna nuova, la Luna di Samhain ci porta un grande regalo, quella della nostra profonda conoscenza, della rivelazione, della liberazione, ci chiama e ci invita oltre gli inferi. Noi siamo Innana, noi siamo Persefone, noi siamo coloro che viaggiano alla ricerca disperata dell’antidoto che viene chiamato verità.
Noi cerchiamo tutti la Felicità. Ma ne comprenderemo la vera essenza quando capire che tutto è dentro di Noi, dentro la nostra grotta, dentro la nostra salvezza, dentro il nostro profondo cambiamento.

Questa Luna è la fine di un ciclo che si apre su un nuovo orizzonte. Si apre di nuovo verso la magia di un inizio. Questa Luna ci mostra la strada… sta a noi imboccarla e incontrare lo Scorpione.

Buona Luna Nuova a tutte e tutti Voi.
Sempre con Affetto e Cuore.

La Soffitta delle Streghe

Ph- Thank you Kindra Nikole

About La Soffitta delle Streghe

C'è polvere ed è sporca, ma nella soffitta trovi ricordi e melodie di un tempo perduto. Entrate e rimanete, entrate e saggiate il mistero del tempo, antico come le rime di un incantesimo, antico come il sapore di cannella. Siamo figlie della Dea Antica, ne pratichiamo il culto, e diffondiamo il suo verbo. )O( Siate Benedetti.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *