esbat e danza, Leggende, Nativi Americani, Pensieri della Soffitta, Totem e Simboli

La Cerimonia del Sorgere del Sole

La Cerimonia Apache del Sorgere del Sole celebra la trasformazione compiuta dalle giovani in donne adulte, le ragazze si preparano per mesi al rituale. La cerimonia i protrarrà fino a quattro giorni nei quali le giovani donne canteranno, propizieranno gli spiriti della terra e degli antenati, correranno e danzeranno anche per alcune ore consecutive senza fermarsi. Una delle fasi più particolari del rituale è quella della benedizione del polline, il capo delle ragazze viene cosparso e ricoperto del polline raccolto per augurare fertilità e benessere a questa nuova donna che si appresta a vivere da adulta e da membro attivo della comunità.
Come molte delle cerimonie di origine nativa americana anche questa, nota anche come “Danza del Sole Nascente”, attinge al folklore e alle tradizioni trasmesse oralmente da secoli dagli adulti ai membri giovani che entrano a far parte della vita tribale. Secondo la leggenda la Donna Conchiglia Bianca, o Donna dipinta di bianco, sopravvisse all’annegamento rifugiandosi in una conchiglia di abalone e definì i riti di transizione dall’età puberale a quella adulta per tutte le donne Apache grazie a questa esperienza. Si dice che una volta divenuta anziana essa si incammini dove nasce il sole per trovare la se stessa giovane e unirsi con essa in una nuova e nuovamente giovane guida per le neo donne. La tradizione vuole che questo incontro sia raffigurato dalle madri (o madrine per la cerimonia) che incontrano nella danza le loro figlie giunte al traguardo della maturità procreativa in una danza solare che ne celebra la nascita e la rinascita in una ruota senza fine, generazione dopo generazione.
Questa è solo la prima danza cerimoniale cui seguiranno molte altre interminabili danze performate negli abiti tradizionali e coloratissimi di queste giovinette che affrontano la prima delle loro prove come donne a tutti gli effetti. Le ballerine in questa fase di transizione sono accompagnate nella danza dagli “Spiriti della Montagna”, sono i sacri messaggeri che conoscono i tunnel che si addentrano nel ventre della montagna sacra che gli Apache chiamano casa, così le giovani sono trasportate dai racconti e dalle leggende dei saggi danzatori e dagli avvertimenti delle loro madri che le mettono in guardia perchè soprattutto uno dei danzatori potrebbe ferirle e portarle via con se sulla montagna, un chiaro monito ad essere sempre attente e prudenti anche nella vita adulta.

Possiate essere sempre benedetti )O(
www.lasoffittadellestreghe.it

About La Soffitta delle Streghe

C'è polvere ed è sporca, ma nella soffitta trovi ricordi e melodie di un tempo perduto. Entrate e rimanete, entrate e saggiate il mistero del tempo, antico come le rime di un incantesimo, antico come il sapore di cannella. Siamo figlie della Dea Antica, ne pratichiamo il culto, e diffondiamo il suo verbo. )O( Siate Benedetti.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *