News

**9 Marzo 2016** La Nigredo dell’Eclissi di Sole Nero.

Il 9 Marzo avverrà l’unica eclissi solare del 2016, la Luna Femminilità e Grembo della Grande Dea, copriranno il Grande Sole, unione, eclissi e orgasmo che farà vibrare le corde della nostra anima.

La Grande Madre, spalancherà la sue fauci e inghiottirà la Luce del Sole. Qui è il femminile che prevale, ma non è una lotta, non è come nella mitologia Norrena, Ferir che inghiotte la Luce. Qui La luna porta la sua essenza purificatrice. Genera magia ed nascita. Ecco che il sole compie la sua Nigredo, che lo porterà a diventare Albedo. Nascita e rinascita si mescolano nel caos danzante, li dove stelle e universo combaciano, il femminile e il maschile mescolano i loro liquidi, la loro saliva, la loro energia, la loro potenza. IL riflesso che colpisce fino all’ultimo granello d’Universo, apre le porte alla totale purificazione. L’anima morta, riscopre tutti i suoi limiti, e rinasce, come fiore eterno del cosmo, nel magnifico scenario dell’Universo che Pulsa e batte.

Nell’alchimia l’opera al nero porta al processo di morte e di rinascita, senza morte, senza fine, non ci sarebbe nessun inizio. Cosi tutto viene decomposto, tutto si unisce con il tutto. Tutto viene inglobato nel tutto per essere poi diviso tra rinascita e bellezza. Cosi avviene nella Terra Profonda, il seme si spezza, si trasforma, crescono radici e foglie. Il seme diventa opera della Natura stessa. Tutti noi siamo chiamati a diventare parte della Natura stessa. La Grande Madre, Vagina eterna del cosmo ci mostra un nuovo modo di percepire le cose. Acuiti i sensi le meraviglie davanti a noi appaiono straordinarie. Tutto diventa luce e oscurità e così affrontiamo le nostre paure nascoste, quello che non riusciamo a lasciare andare. Si è proprio questo il compito di questa eclissi che si veste nel segno dei Pesci, lasciare andare per poi ritornare alla fonte.
Dove tutti siamo chiamati ad abbeverarci, tutti siamo chiamati a comprendere lo Yin e lo yang del cosmo intimo e nostro. Tutti siamo pieni di Luce e Oscurità, di morte e vita, di dolore e di gioia, cosi si alternano le stagioni dentro di Noi, il flusso continua e tutto s’immerge nel tutto.

Nasciamo e moriamo ogni giorno, in senso fisico e in senso metaforico. Cosi l’eclissi ci ricorda che dobbiamo imparare a sapere vivere e anche a sapere morire. Ogni volta, nuovamente nella grande opera Alchemica, nella grande opera del Ventre della Terra.

Noi siamo il seme che diventerà fiore piantato nel grande campo del cosmo.
E’ tempo di capire ciò che è giusto lasciare e ciò che è giusto far fiorire.
Tutto è nel tutto.

Sempre

Siate sempre Benedetti

La Soffitta delle Streghe

About La Soffitta delle Streghe

C'è polvere ed è sporca, ma nella soffitta trovi ricordi e melodie di un tempo perduto. Entrate e rimanete, entrate e saggiate il mistero del tempo, antico come le rime di un incantesimo, antico come il sapore di cannella. Siamo figlie della Dea Antica, ne pratichiamo il culto, e diffondiamo il suo verbo. )O( Siate Benedetti.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *