Luna, News, Zodiaco

°°3/4Novembre: Luna Piena in Toro: Sei Pronta alla tua Rivoluzione?

Luna Piena.
Spunta nella sua perpetua e selvaggia gravidanza, tra la notte del 3 e la mattina del 4 Novembre.
Giorno di rivoluzione.

Rivoluzione selvaggia, interiore.

Odore di pino silvestre, odore di neve, odore di nebbia che si staglia oltre il grande Tor di Glastombury e, li appare la selvaggia Luna che ci mostra la barca.

Rivoluzione interiore, rivoluzione spirituale che avviene con amore, nell’amore, per amore.

Venere incarna il simbolo per eccellenza del Toro, santo e toccato da ogni corpo come simulacro della magia, diventa portatore di amore.

Sei pronta a questa rivoluzione?
Luna piena che sottile si fa spazio tra spiriti e scheletri ormai passati e trascorsi di Samhain, argentea, si specchia nel calderone, maestosa, magnifica, danza e danza con le sue nebbie cercando una preghiera, mostrandosi nuda come Venere, appena nata dalla spuma che si infrange tra scogli e maestosità.

Nebbie che celano il mistero, nebbie che mostrano il cammino, la barca che ci porterà ad Avalon è pronta. Ora che hai incontrato La Signora del Bosco, ora che hai sacrificato la tua vita, ora che sei morta e ti sei persa nel labirinto del fauno, puoi accedere al passaggio successivo. Scalpitante, forte, potente, il Toro simbolo di meraviglia e di potere si mostra nel rituale che si compie ad ogni luna Piena. Si cambia e ci si trasforma per noi stessi, nella nostra silenziosa preghiera, nella nostra eclissi totale del cuore, nella nostra perdita totale dei sensi, troviamo la parte più bella di Noi: Il cuore.

Siamo morte, ma per rinascere ci vuole un grande atto d’amore, ci vuole una totale connessione con il divino ed il sacro. Ci sarebbero e ci vorrebbero milioni di ragioni per spiegare tutto questo, ma adesso dobbiamo concentrarci sulla totale perfezione di questo attimo.

Sulla nostra rinascita che dobbiamo fare nella totalità dell’amore, nelle sue mille imperfezioni, nelle sue mille sfaccettature, nelle sue milioni di perfezioni. Dobbiamo trovare mille ragioni per rimanere, e mille ragioni per rinascere di nuovo. Ma forse anche, mille ragioni per morire di nuovo e rinascere ancora un’altra volta.

Luna semplice che nel suo grembo porta il freddo delle cose, il gelo che dona silenzio, calma, che si posa come neve e senza far rumore cambia il panorama. Luna delle Nebbie viene chiamata, perché mostra ciò che vuole mostrare, un pò come l’amore, si mostra solo a chi sa vedere.

Vuoi fare una rivoluzione?

Devi partire da te.

Devi cominciare da qui, da un semplice granello di sabbia e costruire per mille motivi, ragioni, amori, sentimenti e cuori, qualcosa.

Tu puoi, tu devi rinascere, come ho fatto io, come ha fatto lei, come hanno fatto loro.

Ci hanno sepolto ma non sapevano che noi eravamo tanti semi pronti a rinascere e rivivere.

Vuoi fare davvero una rivoluzione, comincia da qui, da te, dentro, nella parte dove troverai più gelo.

Troverai ghiacciai, troverai mostri, troverai ancora scheletri, ma tu devi accogliergli tutti, parlare con loro di amore e offrirgli il te.

Luna piena che gioca con Venere, lasciva, sublime si mostra, carne con carne, palmo con palmo. Si scopre e riscopre il piacere, riscopre la memoria antica del corpo, come tempio, come magia eterna che gioca a nascondino e si mostra solo a chi sa vedere.

L’invisibile diventa visibile se veramente ci si crede.

Che rivoluzione vuoi fare?
Da che finestra vuoi affacciarti?

Quale parte della Luna ti soffermi ad osservare questa notte?

Alla Mia preghiera,
Alla mia vita.
Alle onde del mio Oceano.
Una preghiera.
Forse una che chiama altre.

Mi ascolti?
Sei pronta a questa rivoluzione?
La barca attende.. Avalon è li, di fronte a te, apri le nebbie del cuore, apri le nebbie e scuoti la polvere. Per amore, nell’amore, nella rinascita del cuore.
Tutto questo è un dono.
Tutto questo è per te.
Sacro, santo e Vivo.
Sei pronta a questa rivoluzione?

Sempre “Pronta” la Vostra Soffitta delle Streghe

About La Soffitta delle Streghe

C'è polvere ed è sporca, ma nella soffitta trovi ricordi e melodie di un tempo perduto. Entrate e rimanete, entrate e saggiate il mistero del tempo, antico come le rime di un incantesimo, antico come il sapore di cannella. Siamo figlie della Dea Antica, ne pratichiamo il culto, e diffondiamo il suo verbo. )O( Siate Benedetti.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *