Esbat, esbat e danza, Luna, News

••3 Dicembre••: Luna Piena in Gemelli: Nel grembo della Madre Nasce La Luce.

“Piena di grazia.
Benedetta tra tutte le divinità del cosmo.
Benedetto il frutto del suo seno, tra latte, miele e desideri..”

Recitano così le parole che il vento mi sussurra in questa notte.
Benedetta è la Luna Piena che diventa piena nel segno, simbolo d’aria dei Gemelli.
Nasce e cresce la sua pancia, nel segno doppio, ambivalente e divino. Porta dentro i due principi che si abbracciano intrecciandosi in un divino miscuglio.
E’ il totale abbandono dei sensi. Le paure vengono sconfitte. Il principio femminile abbraccia nella sua danza il principio maschile che diventa seme, fiore e corolla.


Questa lunazione è la prima dell’anno nuovo, con Samhain ci siamo abbandonate alle ombre del destino e della nostra morte, ora qui, vicino al Solstizio d’Inverno, ci avvolgiamo di Luce, di energia e di quel potere che ci farà rinascere. E’ giunto il tempo di esplorare i nostri nuovi orizzonti, e con abilità, certezza e magia di creare ciò che non esiste. Noi possiamo tutto, noi possiamo immergerci nel nostro divino, nel nostro animo e portare a termine la nostra profonda e unica gravidanza.

La Luna Piena ci racconta le sue storie, le sue profezie e i gemelli individui simili ma diversi tra loro ci aprono a nuovi mondi, a nuove visioni. Chi pensa che sia un segno superficiale, puerile o troppo leggero per essere preso in considerazione, è fuori strada. La Loro leggerezza, la loro ingenuità di fanciulli appena nati ci invita a capire e comprendere la semplicità delle cose, quelle stesse che noi abbiamo abbandonato crescendo.

Quante responsabilità sono sulle tue spalle?

Quante volte non sei riuscita/o a nutrire la tua bambina interiore?

Quanto volte vorresti che tutto fosse un gioco?


E’ da un semplice tiro di dadi che inizia il tutto.
I gemelli lo sanno, per questo giocano a fare i dispetti; non per creare disarmonia ma per farci perdere in quel grande tabellone che è la vita. Perditi tra i giardini e i labirinti dell’anima, gioca insieme a loro per scoprire il gioco della semplicità.. è qui che inizia la magia.
Qui nasce la Luce.


Qui nasce la complicità, dono semplice che ci porta a capire e comprendere ciò che siamo stati per vivere al meglio il nostro futuro.
La Luna Piena crea paesaggi incontaminati, boschi, radure e favole. Tutto incomincia da ciò che hai lasciato dentro il tuo cuore. Riprendi in mano il libro delle tue favole. Non ti meravigliare se scopri che sei tu a perderti nel bosco come il personaggio della tua favola. Sei tu che stai per vivere questa magnifica magia.
Sei tu che puoi scrivere oggi: “C’era una volta…”

Lascia libera ogni speranza, lascia che s’immerga nella sua realtà, creando tutto ciò che deve essere creato, senza paura.
La Luna in Gemelli, gioca, confonde, mescola le carte, gira e gira e rigira i tarocchi. I gemelli sono li con i loro sorrisi a chiederci a che gioco vogliamo giocare.


Siamo disposte/i a lasciare tutto ciò che abbiamo immaginato reale fino a ieri?
Siamo disposte/i a intraprendere nuovi sentieri?
Siamo libere/i dagli schemi mentali che abbiamo avuto fino ad ora?

“Lasciate ogni speranza voi che entrate” Recitava L’inferno di Dante, ma il nostro viaggio invece è pieno di speranza, è pieno di meraviglia.
Lasciate che ogni desiderio si manifesti e si materializzi nella vostra essenza.
Ci siamo perse/i nei Boschi alla ricerca della Strega interiore qualche tempo fa, ora è tempo di immergerci nella Luce del divino, di essere benedette/i e di concepire la nostra luce divina.

Portate nel cuore il messaggio, custoditelo nel profondo. Il seme germinerà e la Luce del divino irradierà ogni esistenza.

Buona Luna Piena anime belle, con affetto e amore

La Vostra Soffitta delle Streghe

About La Soffitta delle Streghe

C'è polvere ed è sporca, ma nella soffitta trovi ricordi e melodie di un tempo perduto. Entrate e rimanete, entrate e saggiate il mistero del tempo, antico come le rime di un incantesimo, antico come il sapore di cannella. Siamo figlie della Dea Antica, ne pratichiamo il culto, e diffondiamo il suo verbo. )O( Siate Benedetti.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *