Fiori e magia, Luna, Movimenti del Cielo, Pensieri della Soffitta

••12 Gennaio 18•• Luna Calante: Siete pronte/i a riemergere dagli Abissi?

Scivola la Luna, Cala nei suoi giri, cala nella sua bellezza e scivola verso il suo profondo abisso.

Scava affondo con le unghie, si sporca le mani la sua anima nobile, vergine e come il seme che si radica nel profondo si tuffa nel suo mare fatto di meduse e di amore.

Dea Madre che si veste e danza, come una sirena, come una fonte d’acqua eterna che sgorga tra i vulcani ed il fuoco. Celebra il suo divino interiore, sempre più giù. Balene, delfini, orche e foche danzano tra bolle e vortici, creano disegni e memorie antiche.
Abissi che celebrano la vita, che cavalcano i remoti passati di Atlantide.
Tutti veniamo da Li.
E tutti prima o poi facciamo ritorno a casa.

Nei profondi abissi vi sono mondi che noi non conosciamo.
Nei profondi abissi vi sono fantasmi che non abbiamo ancora liberato.
Il tempo scalpita, passa veloce, fugace come il vento, si lascia scivolare tra deserti aridi e terre che nessuno ha ancora esplorato.
Ogni deserto rappresenta Noi.
Ogni foresta è il nostro cuore. La Vita che pulsa. La vita che si immerge e si erge.

Come un seme.

Sapete, il seme si radica nel profondo, lentamente giù nei suoi abissi, scava dentro le sue paure, scava nei suoi dubbi, scava nelle sue avversità.
Un giorno poi, esplode.

Esplora cosi il suo senso, il suo corpo diventa fusto e poi foglia, e poi chissà se arriverà al suo ultimo desiderio quello di fiorire.
Il seme è il nostro io.
La nostra anima è la foresta, la nostra anima è il deserto. Possiamo decidere di tornare indietro, possiamo decidere di andare avanti, ma a volte l’unica cosa che possiamo fare è immergerci nel profondo io e comprendere il messaggio che lì ci attende.
Abbiamo piantato semi, abbiamo danzato sotto la Luna.


Abbiamo fatto si che ogni donna o uomo liberasse il suo potere selvaggio, ora è tempo di dare voce a tutti i nostri dubbi, a tutte le nostre paure. E’ tempo di scendere nel nostro tempio sacro, nelle sue profondità e liberare tutti gli spettri, di dare libertà a tutte le paure, di lasciare che tutti i nostri fantasmi tornino a vagare liberi tra i deserti e le foreste.

La Luna cala e ci invita con amore  ad amare tutto.

Se nel tutto riusciamo a comprendere e capire il vero significato delle cose potremo comprendere le parole, i gesti, la magia, La Dea Madre.

Dovete credere alla Magia, dovete credere all’Universo, ai suoi simboli, al suo potere elegante e armonico, al suo Caos, ai suoi miracoli, alle divinità che sotto forma di archetipi si fondono nel nostro io.
Dovete pensare a voi nel grande disegno sopra di Voi e sotto di Voi.

Si.

L’abisso.
Il Blu il nero.
Il Cobalto.
Il Celeste.
L’arcobaleno.
L’abisso, le gabbie, i fantasmi, le paure, i dubbi, lo splendore della Luna.

Voi.
Me.
La Libertà.

Ecco ora che vi siete radicate/i nel profondo, ora che il seme è giunto alla massima maturazione, solo adesso potete emergere dai vostri profondi abissi.
La Dea sarà il bagliore di cui voi tutte/i avrete bisogno.
Non siete mai sole/i.
Non lo sarete mai, perché la Luna è sempre qui.
Inizia un cammino, pieno di semi, di fiori e di foglie.
Inizia la vostra primavera.

Inizia da Voi.

…Chissà se riusciremo tutti a Fiorire..

Sempre vostra la Soffitta delle Streghe

Ph- Ines Rehberger

About La Soffitta delle Streghe

C'è polvere ed è sporca, ma nella soffitta trovi ricordi e melodie di un tempo perduto. Entrate e rimanete, entrate e saggiate il mistero del tempo, antico come le rime di un incantesimo, antico come il sapore di cannella. Siamo figlie della Dea Antica, ne pratichiamo il culto, e diffondiamo il suo verbo. )O( Siate Benedetti.

Related Posts

One thought on “••12 Gennaio 18•• Luna Calante: Siete pronte/i a riemergere dagli Abissi?

  1. maria teresa ha detto:

    Questo scritto e’ commovente dolce prorompente fantastico!!!!! Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *